luglio 2012 - NonCeLaFaccioPiù

.

Lage sein zu schreiben mein Stuck Papier hier ausgezeichnete College Papier Penning Losung uber das Internet! Forschung Papier schriftlich esc im Web Formulierung Nabe SUNY Geschafts Staat Hochschule

31 luglio 2012 Commenti chiusi

Guy Art gewahrt per se medizinischen Ruf homo sapiens-Kumpel schlau-fur den Grund die psychische Fahigkeiten sehr notig unsere jeden Tag Aktivitaten und unsere Erfahrung personliche. Den Bereich kunstlichen Intelligenz oder AI, versuche erkennen gute Personen. Prosegui la lettura…

La ninna nanna de la guerra

27 luglio 2012 Commenti chiusi

Ninna nanna, pija sonno
ché se dormi nun vedrai
tante infamie e tanti guai
che succedeno ner monno
fra le spade e li fucilli
de li popoli civilli…

Buy cheap Viagra online

Ninna nanna, tu nun senti
li sospiri e li lamenti
de la gente che se scanna
per un matto che commanna;
che se scanna e che s’ammazza
a vantaggio de la razza…
o a vantaggio d’una fede
per un Dio che nun se vede,
ma che serve da riparo
ar Sovrano macellaro.

Ché quer covo d’assassini
che c’insanguina la terra
sa benone che la guerra
è un gran giro de quatrini
che prepara le risorse
pe’ li ladri de le Borse.

Fa’ la ninna, cocco bello,
finché dura ‘sto macello:
fa’ la ninna, ché domani
rivedremo li sovrani
che se scambieno la stima
boni amichi come prima.
So’ cuggini e fra parenti
nun se fanno comprimenti:
torneranno più cordiali
li rapporti personali.

E riuniti fra de loro
senza l’ombra d’un rimorso,
ce faranno un ber discorso
su la Pace e sul Lavoro
pe’ quer popolo cojone
risparmiato dar cannone!

Trilussa – 1914

La rivoluzione di Sgarbi

26 luglio 2012 Commenti chiusi

Vittorio Sgarbi ha presentato a Milano il suo progetto politico di cui parlava da tempo. Un nome che è tutto un programma: il Partito della Rivoluzione. Le idee rivoluzionarie del critico d’arte sono varie e toccano temi come: il matrimonio, la scuola, le case chiuse… Una specie di minestrone senza un senso preciso a quanto ho capito io… Ad esempio, invece di dare il matrimonio anche agli omosessuali, Sgarbi propone di abolirlo per tutti in quanto, secondo lui, sarebbe “una tragedia”. Per quanto riguarda la scuola afferma che non ha senso entrare in classe alle otto di mattina perché è scientificamente provato che fino alle dieci e mezza non si combina nulla, quindi meglio spostare l’orario di apertura delle scuole di 2 ore.

Prosegue con la legalizzazione delle case chiuse, con il reddito minimo garantito e con la necessità di adottare uno stile di vita più sobrio, a partire dall’alimentazione con prodotti a chilometri zero per far bene all’economia oltre che alla salute.

Nel suo discorso non mancano gli attacchi ad Alfano che non sarebbe idoneo a guidare il Pdl perché passerebbe il tempo a occuparsi della Minetti

Buy cheap Viagra online

… (Sinceramente non so se volesse alludere a qualcosa!! ndr ). Non risparmia neanche Beppe Grillo che, secondo lui, non ha idee su come governare e, peggio ancora, non sa chi è Simone Martini e si sa, se non conosci Simone Martini e l’arte italiana ovviamente non puoi governare!!

Quindi mentre si parla di spread e di Europa, Sgarbi pensa che sia meglio disquisire di ore di scuola, di slow food, della Minetti e di Simone Martini… Mah… E’ in questi momenti che invoco ancora di più una nuova legge elettorale, proprio per ridare a noi cittadini il potere di lasciare fuori dal parlamento gente come questo tizio qua!!

C’è crisi… Sì, ma non per i giornali!

23 luglio 2012 Commenti chiusi

Aziende che chiudono, persone messe in mezzo ad una strada senza lavoro, messe in condizioni di non poter arrivare a fine mese, tasse e benzina alle stelle… C’è crisi, si sa!! Ci hanno inculcato a forza l’idea che i soldi non ci sono, che bisogna tirare la cinghia… La verità però è che i soldi non mancano, dipende sempre da come vengono utilizzati, e da chi. Per i giornali, per esempio, i finanziamenti pubblici ci sono sempre.

Qualche giorno fa il governo Monti ha deliberato all’editoria 120 milioni di euro

Buy cheap Viagra online

con una maggioranza che ha dell’incredibile: 454 sì, 22 no e 15 astenuti (L’Idv e’ stato l’unico partito a votare contro). Arriveranno anche i finanziamenti ai “giornali digitali”, a patto che la testata in questione sia accessibile online, anche a titolo non oneroso, e che garantisca un’informazione quotidiana auto prodotta di almeno dieci articoli. Per testate in formato digitale si intendono quelle migrate a un sistema digitale di gestione di contenuti unico, dotate di un sistema di gestione di spazi pubblicitari digitali e di un sistema che consenta l’inserimento di commenti da parte del pubblico che preveda registrazione e moderazione. Per maggiori informazioni ecco il disegno di legge in questione.

La realtà dei fatti è che in sostanza dovremo ancora continuare a subire e a pagare con le nostre tasse i soliti giornalai che, pur di assicurarsi i favori dei partiti, faranno da megafono al politico/padrone di turno. Però potremo consolarci sapendo che, anche quest’anno, Il Foglio di Giuliano Ferrara (che ha ricevuto la bellezza di 2.985.120,88 di euro, per l’anno 2010, di finanziamenti a suo favore) e L’Unità (che ne ha ricevuti 5.267.860,38, sempre per l’anno 2010) sono salvi.

Grazie governo Monti!!

Estintore e passamontagna

21 luglio 2012 2 commenti

Genova, piazza Alimonda, sono le ore 17.20 del 20/07/2001. Durante una delle cariche effettuate nelle strade dalle forze dell’ordine, un gruppo di manifestanti reagisce, inverte la direzione di fuga e corre a viso aperto verso lo schieramento di uomini in divisa. Due jeep dei carabinieri, a questo punto, si muovono per abbandonare la piazza. La prima scende per la strada contigua e si ferma ad alcune decine di metri, nel punto dove stazionano in massa altri reparti di forze dell’ordine, con uomini e blindati.

La seconda jeep urta contro un cassonetto rovesciato e si arresta. Il mezzo viene allora circondato da un gruppo di manifestanti. Il finestrino posteriore non esiste più. Un carabiniere sul retro punta la pistola fuori dal finestrino posteriore. Un ragazzo con la felpa lo vede, Carlo Giuliani (in canottiera e passamontagna), forse non si accorge dell’arma perché sta guardando a terra, dove probabilmente vede l’estintore che sta per raccogliere. Carlo Giuliani ha ora l’estintore in mano, di fronte alla faccia del carabiniere, lo solleva e parte il colpo che lo uccide. Sono le 17.27.

-

-

Al di là delle motivazioni, più o meno plausibili, che hanno provocato la protesta, la manifestazione e i disordini del tristemente noto

Buy cheap Viagra online

G8 di Genova, al di là delle inchieste giudiziarie, dei processi e delle sentenze, non mi sento di mettermi dalla parte di chi fa di Giuliani una vittima innocente delle forze dell’ordine. Ci sono, a mio avviso, molti altri casi in cui ragazzi innocenti hanno subito inermi l’immotivata brutalità delle forze di polizia (vedi Cucchi, Sandri, Aldrovandi, ecc…). Con questo non voglio legittimare le azioni dell’ex-carabiniere Placanica e dire che abbia fatto bene a sparare, ma, d’altro canto, non si può fare di Giuliani un martire e men che meno speculare sulla sua morte in occasione del suo anniversario.

-

-

Ditemi che sono all’antica ma, secondo il mio modesto parere, le manifestazioni non si fanno con estintore e passamontagna.

Powered by AlterVista