Ambiente Archivi - NonCeLaFaccioPiù

.

La rinascita di Chernobyl

9 agosto 2012 Commenti chiusi

Buy cheap Viagra online

Il Governo ucraino ha fatto approvare lo scorso 18 luglio una legge che prevede l’utilizzo del terreno radioattivo e inabitabile di Chernobyl per l’installazione di impianti fotovoltaici ed eolici. Verranno costruiti, inoltre, impianti di cogenerazione, che si occuperanno di bruciare la legna radioattiva, ed intere zone verranno destinate a divenire foreste. Stiamo parlando di un’area di circa 18mila km quadrati inutilizzata dal 1986.

Un notevole passo in avanti per il paese dell’Est europeo che mira ad attingere, entro il 2015, il 10% del fabbisogno energetico da fonti rinnovabili, e a raddoppiare la percentuale entro il 2030. Si rende noto che a breve inizieranno i primi lavori.

-

Buy cheap Viagra online

Fukushima, la catastrofe nucleare non è scongiurata… e neanche in Italia…

3 dicembre 2011 Commenti chiusi

Non se ne sente quasi più parlare in tv. Ormai non fa più notizia, o forse volevano solo portarci a pensare che il problema fosse risolto, che la catastrofe fosse scongiurata. Purtroppo non è così perché, al contrario dell’attenzione che noi che viviamo a chilometri e chilometri di distanza dal sito interessato gli abbiamo rivolto, la radioattività del combustibile dei reattori nucleari di Fukushima non decade nel giro di pochi mesi.

Anzi, pare che il problema stia peggiorando . Secondo la Tepco, la società proprietaria della centrale, quindi pur sempre una fonte ufficiale, il corium, il combustibile nucleare fuso, è uscito dai reattori e si è aperto una strada verso il basso. Si presume che dal reattore 1 sia uscito tutto e che dai reattori 2 e 3 sia uscito per una parte non meglio specificata. Se avvenisse il contatto con il sottosuolo (sempre che non sia già avvenuto) le conseguenze per l’ambiente sarebbero catastrofiche.

A questo punto so già a che state pensando: “Per fortuna che qui in Italia una cosa del genere non potrà mai avvenire, abbiamo scongiurato il pericolo grazie al referendum!”. Purtroppo no signori miei, c’è ancora chi si azzarda a parlare di un ritorno al nucleare e indovinate chi è?! Il neo ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Corrado Clini. Già, pare che questo sia un ministro dell’Ambiente un po’ particolare visto che si è decisamente schierato a favore del TAV, del ponte sullo stretto di Messina, degli OGM e, naturalmente, di un possibile ritorno al nucleare.

Caro Governo Monti, iniziamo male… Veramente male!!

-

Buy cheap Viagra online

Tragedie che si ripetono

26 ottobre 2011 Commenti chiusi

Si sa che l’autunno è la stagione delle piogge, ed è altresì noto anche ai bambini che si tratta di un evento che si ripete una volta l’anno. Allora mi domando e dico come possano replicarsi ciclicamente anche gli episodi di frane, allagamenti

Buy cheap Viagra online

ed alluvioni, che solitamente in questo periodo dell’anno riempiono le pagine dei giornali, e perché non vengano attuati dei piani di prevenzione nelle zone ritenute a rischio.

Sarno nel ’98, Messina nel 2009, Roma qualche settimana fa ed adesso un intero centro abitato nel levante ligure è stato completamente spazzato via. Ogni anno sento discutere di eventi imprevedibili e di cambiamenti climatici, ma qui è di dissesto geologico che dobbiamo parlare. Di mancata prevenzione, di poca cura dell’ambiente e del letto dei fiumi, di abitazioni costruite in prossimità di argini poco sicuri, di deforestazione e di cattiva amministrazione. I cambiamenti climatici c’entrano poco.

In occasione dei recenti fatti di cronaca, il ministro dell’Ambiente Prestigiacomo ha dichiarato di voler attuare subito il cosiddetto piano anti-dissesto idrogeologico. Bene, era ora! Peccato che abbia deciso solo dopo una lunga serie di tragedie che hanno tolto la casa, il lavoro e, a volte, la vita a persone innocenti. Stiamo a vedere. Speriamo non siano solo chiacchiere, visto e considerato che questo Governo, da un po’ di tempo a questa parte, non ha dimostrato poi di voler avere così tanta cura dell’ambiente. Sarebbe una grande svolta se, invece di destinare fondi a grandi opere inutili come il Tav, si impiegassero quei soldi per scopi come la prevenzione delle inondazioni, la manutenzione degli argini, la pulizia dei boschi e dei letti dei fiumi… Ops!… Scusate… Stavo sognando ad occhi aperti!

-

L’uragano Irene: in diretta da New York via webcam

28 agosto 2011 Commenti chiusi

L’uragano Irene è ormai arrivato a New York . Ecco la situazione in diretta attraverso una webcam sistemata al 16° piano di un edificio di Manhattan.

Tutti gli occhi sono puntati sulla Grande Mela

Buy cheap Viagra online

per capire se ci saranno danni significativi. L’allarme è alto. Secondo alcune previsioni, intere zone potrebbero finire sott’acqua, compresa Wall Street. Fermi i trasporti pubblici. Divieto di transito in tunnel e ponti. Le aree più basse, dove abitano circa 370.000 persone, sono oggetto di evacuazione nel timore di allagamenti. Su New York sono puntate numerose telecamere in diretta, di solito utilizzate per monitorare il traffico, ma in questo caso diventano una preziosa testimonianza della violenza dell’uragano che si sta abbattendo.

Ricordo a chi non lo sapesse che il percorso dell’uragano tocca più o meno da vicino 12 centrali nucleari, fra cui quella terremotata della Virginia. Intanto la centrale di Oyster Creek in New Jersey è stata spenta per precauzione.

-

Watch live streaming video from breakinglivenow at livestream.com

-

Powered by AlterVista